Aperti i lavori del gruppo di coordinamento del Tavolo Turistico Territoriale

“Questo è un giorno molto importante, iniziano ufficialmente i lavori del gruppo di coordinamento chiamato a rendere realtà il sogno di tanti territori diversi tra loro ma uniti nelle idee e nell’impegno per il miglioramento dell’attrattività turistica”. Il Segretario di Stato per il Turismo Federico Pedini Amati annuncia senza nascondere il proprio entusiasmo l’apertura dei lavori del gruppo di coordinamento del Tavolo Turistico Territoriale, il progetto di sviluppo promosso dalla Repubblica di San Marino che coinvolge i territori limitrofi (107 comuni e Castelli), le regioni Marche ed Emilia Romagna e che, lo scorso mese di novembre ha ottenuto l’avvallo del Ministro del Turismo italiano Dario Franceschini. I lavori del gruppo di coordinamento del TTT, i cui membri sono stati scelti dagli stessi amministratori, si sono tenuti ieri, 12 gennaio, in video conferenza alla presenza del Sottosegretario del Mibact Lorenza Bonaccorsi, di Alessandra Priante Direttore Dipartimento Regione Europa dell’UNWTO, dei rappresentanti delle regioni Marche ed Emilia Romagna Elia Rossi e Andrea Corsini e appunto dei rappresentanti selezionati di comuni, Castelli di San Marino e delle amministrazioni. E’ stato il consulente della Segreteria di Stato per il Turismo Massimo Feruzzi di JFC a presentare i lavori e l’avanzamento del progetto partendo dall’elenco dei primi asset da valorizzare: sostenibilità, natura, open air, itinerari e percorsi di scoperta, piccola dimensione, rapporto umano. “Il Tavolo Turistico Territoriale è un progetto in linea con i cambiamenti socio economici dettati dal Covid-19” ha spiegato Feruzzi. Sette sono gli impegni dei quali deve farsi carico il gruppo di coordinamento: delineare le linee di sviluppo del progetto, definire le priorità sui prodotti, programmare azioni e strumenti promozionali e nei prossimi step anche delineare azioni di sensibilizzazione interna ai territori, valutare attività di crowfounding, individuare mercati di riferimento e target e definirne le tempistiche attuative. Entro gennaio le regioni Emilia Romagna e Marche, in collaborazione con i Comuni coinvolti, compileranno le schede relative alle “eccellenze territoriali” che serviranno per costruire percorsi, itinerari, definire prodotti, progetti e esperienze. Per quanto riguarda i percorsi tematici e le esperienze sono già state date indicazioni di massima sulle aree tematiche che si intendono sviluppare: landscape, adrenaline activity, castle & historic house, handmade, borghi, wellness & relax, slow outdoor, heritage collection, food experience. I percorsi saranno sviluppati anche per motivazione sportiva, focalizzandosi sulla bike, trekking e horse. Un audit è stato creato per dialogare con l’Europa al fine di reperire i finanziamenti messi a disposizione proprio per lo sviluppo sinergico territoriale promosso da paesi extra-europei che collaborano con quelli dell’Unione Europea. Ambito che si addice alle peculiarità del TTT. Il Segretario di Stato Federico Pedini Amati ha portato il suo saluto ai partecipanti in apertura di lavori ricordando come, il percorso presentato lo scorso mese di luglio, nonostante l’emergenza sanitaria e l’impossibilità di dar seguito a molti degli incontri fissati sia avviato verso la concretizzazione. “Gli amministratori riuniti oggi -ha spiegato Pedini Amati- sono chiamati a lavorare, a rendere concreto il nostro progetto. Un progetto i cui frutti saranno raccolti già tra pochi mesi. Non è nato con quell’obiettivo ma il Tavolo Turistico Territoriale sarà utilissimo nella fase, che io ritengo determinante, della ripartenza post-Covid”. Il Segretario di Stato per il Turismo ha poi ricordato i valori e le idee che stanno alla base del progetto: condivisione, unità d’intenti, collaborazione” Nel ringraziare il Sottosegretario del Ministero per i beni e le Attività Culturali e il Turismo Lorenza Bonaccorsi, presente alla conferenza Federico Pedini Amati ha poi ricordato come il progetto abbia ricevuto l’avvallo del Ministro Dario Franceschini che ha inserito la collaborazione fra i due Stati sul TTT direttamente nella dichiarazione congiunta redatta al termine dell’incontro bilaterale dello scorso autunno. “Questo progetto è di tutti – ha ribadito Pedini Amati- non uscirà alcuna decisione senza che il tavolo di coordinamento la avvalli. Se tutti risponderanno in tempi brevi alle richieste che stiamo inoltrando i percorsi e le proposte saranno presentate già nei prossimi mesi quando ci auguriamo di potervi ospitare ancora a San Marino per un incontro in presenza”. Proprio dall’avvallo del progetto da parte del Ministro Franceschini è cominciato l’intervento del Sottosegretario Mibact On.le Lorenza Bonaccorsi: “L’emergenza sanitaria ha messo ulteriormente in evidenza l’importanza della collaborazione territoriale in ambito turistico e l’avvio del coordinamento di questo progetto non può che essere una notizia positiva. Insieme a tutte le amministrazioni, alle Regioni e al Segretario di Stato di San Marino Federico Pedini Amati vogliamo lavorare affinché le politiche in tema di rilancio e promozione turistica, siano integrate e sinergiche”. Alessandra Priante, Direttore Dipartimento Regione Europa dell’Organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite, in collegamento da Madrid ha elogiato il lavoro del Tavolo Turistico Territoriale spiegando che “San Marino è da sempre molto attivo. Purtroppo -ha proseguito- le previsioni aggiornate sul futuro del turismo sono molto negative, le chiusure e le limitazioni colpiscono particolarmente questo settore e i tempi di ripartenza sono un po’ più lunghi rispetto a quanto inizialmente si immaginava. La nostra priorità è ora capire come far ripartire il traffico aereo valutando ogni possibilità compresa quella di un tesserino sanitario che certifichi la negatività o la vaccinazione del viaggiatore. L’emergenza -ha concluso Priante- obbliga all’ideazione e alla realizzazione di progetto di sviluppo come quello su cui state lavorando, coesi e in maniera sinergica”. Messaggi positivi sono arrivati dall’Assessore al Turismo della Regione Emilia Romagna Andrea Corsini: “Noi ci crediamo, abbiamo sempre cercato di mantenere un approccio positivo anche nei momenti peggiori della crisi pur coscienti che serva fare qualcosa in più. Progetti come questo, insieme agli aiuti che ci aspettiamo dalle istituzioni sono fondamentali per organizzare la ripartenza. E’ molto importante sapere che le istituzioni progettano il futuro in sinergia fra loro senza confini lavorando per intercettare la domanda che ci aspettiamo ci si presenti nel momento della ripartenza”. L’assessore Corsini ha colto l’occasione per comunicare la conferma del Gran Premio di Formula Uno di Imola spiegando come anche quel prestigioso risultato sia determinante per il turismo della Regione e ricordando che San Marino e l’Emilia Romagna hanno già un’importante collaborazione in ambito sportivo con la MotoGP. Occorre studiare bene la ripartenza – ha proseguito Corsini – e questo TTT che supera i confini regionali e nazionali, testimonia sinergia fra territori e presenta una progettualità che ne è sicuro stimolo. Le eccellenze di questi territori -ha concluso Corsini- sono incalcolabili e il turismo è il vero fiore all’occhiello della nostra proposta”. Elia Rossi, Sindaco di Montegrimano, incaricato di rappresentare la Regione Marche si è dimostrato entusiasta di portare il suo appoggio al progetto: “Le Marche credono nel turismo, il Presidente neo eletto, tenendo per se l’assessorato ha dato chiara dimostrazione di quanto sia attento a questo tema. Il progetto TTT è un progetto nel quale credono le Marche e al quale crediamo tutti noi. Se riusciremo a mettere a frutto la sinergia che la Repubblica di San Marino ci propone possiamo ottenere risultati molto importanti, ecco perché siamo qui con spirito estremamente collaborativo”. Tomaso Rossini, recentemente confermato Capitano di Castello di Città ha portato il saluto dei Capitani di Castello di San Marino facendosi carico di portare anche ai nuovi “colleghi” i piani del TTT e ringraziando la Segreteria per la considerazione in un progetto del quale si è detto “onorato di farne parte”. E’ poi intervenuta Marianna Tonellato (Sindaco di Castrocaro Terme, Terra del Sole) che ha portato i ringraziamenti dei sindaci del territorio forlivese chiedendo attenzione per i borghi forlivesi che ancora non sono inseriti in un percorso turistico e che credono molto nelle opportunità offerte dal TTT. Valentina Guerra, assessore al turismo del Comune di San Leo ha sottolineato come sia fondamentale mettere a sistema territori ricchi di arte e storia mettendo l’accento su progetti e prodotti a sfondo naturalistico. Filippo Sica, sindaco di Montefiore Conca ha chiesto attività di sensibilizzazione verso gli operatori commerciali mentre Mirco Ruggeri, sindaco di Carpegna ha apprezzato la volontà di garantire a tutte le amministrazioni coinvolte pari-dignità e pari-considerazione ricordando come troppo spesso l’attenzione verso le aree costiere non è la stessa per l’entroterra. Luca Bernardini, vice sindaco di Mercatello sul Metauro e referente per la provincia di Pesaro Urbino ha evidenziato tutto il suo entusiasmo così come Benedetta Diamanti, rappresentante di Romagna Faentina che ha chiuso l’elenco degli interventi: “Tutti insieme rappresentiamo un territorio che non ha eguali e che può essere proposto nel mondo come qualcosa di unico. Il vero valore aggiunto -ha concluso- siamo noi”.

Segreteria Turismo – San Marino 13 gennaio 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *