“Carisp è risanata!” L’ad Gianfranco Vento parla di sfide ed obiettivi della banca per il 2021

San Marino RTV – “Il nuovo anno si apre sotto i migliori auspici per Carisp”. Grazie all’intervento in Finanziaria che ha convertito il 5 Ter in un titolo irredimibile “la banca è risanata, è tornata dopo tanti anni in equilibrio economico” commenta l’Amministratore Delegato Gianfranco Vento. “ Oggi Carisp è una banca ben patrimonializzata, molto solida e con prospettive di equilibrio reddituale assolutamente realistiche”. Il piano industriale presentato ad ottobre punta ad attrarre operatività da clientela non residente. “Stiamo suscitando interesse da parte di privati, aziende non sammarinesi che vogliono riprendere ad operare con Cassa di Risparmio o farlo per la prima volta”.

Proprio per promuoversi, la banca si sta appoggiando ad una società di comunicazione. Il messaggio che Cassa vuole inviare all’esterno è di una banca “assolutamente sicura, solida, forte e in grado di offrire una gamma molto ampia di prodotti e servizi alla propria clientela”. Ed essendo al 100% dell’Eccellentissima Camera non può esimersi dal ruolo sociale: “Siamo attenti al supporto delle iniziative economiche sul territorio – spiega Vento – vicini alle piccole e medie imprese e cerchiamo di fare in modo che nel nostro operato ci sia una ricaduta sul sociale”. Tra le sfide più grandi: riduzione dell’organico e del costo del lavoro.

“Nel 2021 – anticipa – ci sarà un’ulteriore riduzione degli organici. A fronte di 9 prepensionamenti ci saranno 5 nuovi ingressi”. Poi l’invito a pubblicizzare al meglio all’esterno quanto di buono il paese ha da offrire, comunicando i suoi punti di forza. “E’ chiaro – spiega – che se vi fosse maggior interesse verso il sistema economico tutte le banche sammarinesi potrebbero beneficiarne avviando nuovi rapporti e relazioni”. Vento guarda agli incentivi introdotti nella Finanziaria: “Se saremo bravi a pubblicizzarli nel modo giusto – conclude – sicuramente avremo soddisfazioni”.

Ribattuto da aboutsanmarino.com il 13 gennaio 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *